La tecnologia degli impianti domestici del futuro

Il mutamento climatico è un processo continuo che non causa solo lo scioglimento dei ghiacciai, bensì comporta in generale inverni più caldi, estati più secche e piogge più frequenti e abbondanti. Prima o poi dovremo adattarci a questi cambiamenti. Peter Waldburger, l'esperto di tecnologia di STIEBEL ELTRON, spiega gli effetti che ciò avrà sul nostro comportamento e sulla tecnica degli impianti domestici del futuro.

Peter Waldburger, l'esperto di tecnologia di STIEBEL ELTRON

Gli inverni sono sempre più miti, le estati sempre più calde. Che cosa significa questo per la tecnologia degli impianti domestici?

La tecnologia degli impianti domestici deve garantire il comfort negli ambienti interni. In estate l'ombreggiamento diventerà più importante, specialmente nella moderna architettura in vetro. Inoltre nel periodo caldo sarà necessario raffreddare di più. Anche per questo la pompa di calore è la soluzione ideale di tecnologia degli impianti domestici, perché può sia riscaldare che raffreddare. Infatti è l'unico sistema di riscaldamento che dispone di un principio di inversione. In estate, attraverso il riscaldamento a pavimento o un sistema TABS (attivazione termica della massa) può essere condotta acqua fresca che raffredda i pavimenti e quindi i locali.

Essendo i materiali isolanti sempre migliori, viene consumata sempre meno energia per il riscaldamento, perché migliore è l'isolamento di un edificio, minore è la perdita di energia.

In futuro sarà utilizzata proporzionalmente più energia per la produzione di acqua calda: le richieste in questo senso non diminuiranno.

La tecnologia degli impianti domestici è pronta per le sfide future o dovrà svilupparsi ulteriormente?

I fattori chiave sono l'automazione degli edifici e la tecnica di regolazione. Grazie al collegamento in rete digitale e al controllo intelligente l'efficienza energetica può essere ulteriormente ottimizzata.

La sfida sarà la gestione dell'energia: combinare abilmente diverse fonti di energia (fotovoltaico, calore residuo) con differenti fonti di consumo (acqua calda, riscaldamento, mobilità elettrica). Per esempio, per utilizzare l'energia in modo ottimale nei piccoli edifici è ideale la combinazione di un impianto fotovoltaico con una pompa di calore. Negli edifici più grandi si può ottenere molto recuperando il calore residuo. Le strutture scolastiche, per esempio, hanno un elevato fabbisogno di acqua calda: qui la produzione di acqua calda mediante pompa di calore in combinazione con un impianto solare termico o fotovoltaico presenta grandi vantaggi.

Con le revisioni delle leggi sull’energia cantonali è stata posta maggiore attenzione sulle ristrutturazioni dei riscaldamenti. Quali sono a suo parere i vantaggi più importanti di una pompa di calore rispetto ai sistemi di riscaldamento a combustibili fossili?

In linea di massima i costi di investimento per una pompa di calore sono un po' più alti di quelli per il riscaldamento a olio o a gas, ma i costi di esercizio sono notevolmente inferiori. Nel suo ciclo di vita la pompa di calore si dimostrerà economicamente più redditizia del riscaldamento a olio. Per quanto riguarda la riduzione delle emissioni di CO2 la pompa di calore è efficace fin dalla messa in esercizio. Va ricordata anche l'eliminazione del serbatoio dell’olio nella cantina, che spesso può essere trasformata in una stanza per gli hobby o, per esempio, in una sauna.

La pompa di calore: il riscaldamento capace anche di raffreddare

In termini di efficienza energetica le pompe di calore presentano un chiaro vantaggio: possono generare fino a quattro kilowattora di calore con un kilowattora di elettricità. Invece i riscaldamenti a gas e a olio producono solo ca. 0,95 kW/h di calore. Molto si può ottenere anche ottimizzando il consumo proprio di energia elettrica. I sistemi di regolazione devono disporre di interfacce adeguate. L'elettricità generata dall'impianto fotovoltaico proprio trova impiego ideale nella produzione di acqua calda, nel riscaldamento e nella mobilità elettrica. Come già detto, una pompa di calore può raffreddare in estate e lo fa anche gratuitamente, se è presente un impianto fotovoltaico. Un sistema di riscaldamento a combustibile fossile non può farlo.

Pompa die calore