Ventilazione

  • LWZ 504 E

    Il sistema di ventilazione LWZ 504 E offre tutto il comfort abitativo degno di una casa a risparmio energetico.

    Vai al prodottoVisualizza tutti i 24 prodotti

    Tecnica di ventilazione STIEBEL ELTRON

    I moderni impianti di ventilazione: più di un semplice ricambio d'aria

    I moderni sistemi di ventilazione assicurano un ricambio d'aria regolare senza sprechi energetici. In base al tipo di apparecchio, possono offrire anche la funzione di riscaldamento e di produzione di acqua calda.

    Perchè è così importante arieggiare?

    Le case moderne, grazie al migliore isolamento, sono talmente ermetiche che difficilmente si verificano perdite di energia. In particolare, le case a basso consumo energetico vengono dotate di un efficace cappotto isolante, soprattutto per evitare perdite termiche. Non è quindi più possibile che avvenga un naturale ricambio d’aria, rendendo così indispensabile una ventilazione controllata dell’ambiente.

    Ma anche nelle abitazioni di vecchia data la ventilazione è un tema attuale. Infatti, a seguito della successiva adozione di misure di coibentazione, non è spesso più garantito un arieggiamento sufficiente con aria esterna, ad esempio attraverso giunti e spifferi. Tra un’opportuna coibentazione e la necessità di introdurre aria fresca si viene a creare un conflitto di interessi, che può essere risolto con l'impiego di sistemi atti a garantire una ventilazione controllata degli ambienti abitativi.

     

    La maggiore ermeticità delle nuove costruzioni, e anche in particolare degli edifici abitativi risanati, rende necessario un ricambio d'aria costante, per evitare ad esempio la formazione di muffe e danni all’edificio. Ma arieggiare soltanto aprendo le finestre non è una soluzione facilmente praticabile. Perchè per assicurare un ricambio d’aria minimo che garantisca l’igiene e allo stesso tempo il risparmio energetico, occorrerebbe arieggiare gli ambienti da quattro a sei volte per circa 5 minuti. A riscaldamento spento e con le finestre spalancate, questo è praticamente impossibile.

    I sistemi di ventilazione controllata degli ambienti assicurano in modo affidabile il necessario apporto di aria fresca e possono inoltre essere particolarmente efficienti dal punto di vista energetico per il riscaldamento e la produzione di acqua calda.

     

    Ventilazione centralizzata: atmosfera gradevolmente fresca semplicemente ovunque

    Gli apparecchi di ventilazione centralizzata si distinguono tra impianti ad aria di scarico ed impianti ad aria di scarico/aria di adduzione: il sistema di ventilazione centralizzata controllata più semplice e più conveniente è l’impianto ad aria di scarico. L’aria di scarico viene aspirata dagli ambienti di prelievo, come cucina, bagno e toilette attraverso una rete di canali. Contemporaneamente, per effetto della depressione, l’aria fresca entra dai canali dell’aria esterna e viene immessa direttamente nei locali di adduzione (soggiorno, camera da letto, cameretta). La quantità d’aria di scarico che viene estratta dai locali di prelievo è stabilita dalla potenza di mandata del ventilatore. Attraverso un semplice selettore, gli abitanti della casa possono adattare la portata d'aria alle proprie esigenze. Con una piccola pompa di calore, è possibile utilizzare l'aria di scarico per la produzione di acqua calda e all'occorrenza per il riscaldamento. L’aria di scarico, con le sue temperature relativamente elevate, viene quindi utilizzata come fonte di calore supplementare, permettendo così un’altissima efficienza.

     

    Le necessarie condotte di ventilazione possono essere posate entro pareti, soffitti in calcestruzzo o controsoffitti, sotto pavimenti, intonaci o anche lasciate libere. Questa soluzione è quindi soprattutto adottabile per le nuove costruzioni o per edifici sottoposti ad ampia ristrutturazione. Il grande vantaggio: aria fresca gradevolmente e uniformemente distribuita sull'intera superficie abitativa. L’energia recuperata dall’aria di scarico può essere utilizzata per riscaldare l'aria in ingresso.

    Diversamente dall’impianto ad aria di scarico, in un impianto ad aria di scarico/aria di adduzione, l’aria esterna viene prelevata da un punto centrale e distribuita attraverso un sistema di condotte nei locali di adduzione. Il recupero di calore avviene in uno scambiatore di calore a controcorrente incrociata, in cui fino a circa il 90% del calore dell'aria di scarico viene trasferito all’aria di adduzione. Per evitare depositi di sporco all’interno dell’apparecchio e dei canali, nonché per proteggere le persone allergiche da polveri e pollini, l’aria proveniente dall’esterno viene filtrata. A questo scopo sono disponibili diverse qualità di filtri. Gli impianti centralizzati ad aria di scarico/aria di adduzione assicurano un altissimo comfort abitativo.

     

    I diversi impianti di ventilazione

    Ventilazione decentralizzata: aerare con precisione risparmiando energia

    Gli impianti di ventilazione decentralizzata per ambienti abitativi si suddividono in sistemi con o senza recupero di calore: con i sistemi decentralizzati con recupero di calore, in ogni locale di adduzione o di estrazione dell'aria viene installato un apparecchio singolo sulla parete esterna. Sono disponibili sistemi a due ventilatori e recupero termico ad es. attraverso uno scambiatore di calore a controcorrente incrociata. Nella scelta degli apparecchi decentralizzati più idonei, è anche necessario prestare attenzione alla rumorosità, che deve essere il più limitata possibile, e alla possibilità di effettuare una buona pulizia e manutenzione. Dovrebbe essere possibile effettuare la regolazione dei singoli ventilatori, per poter adeguare la portata d'aria al reale fabbisogno.

    La soluzione della ventilazione decentralizzata è da preferire in particolare nei risanamenti o in caso di ricorrenti problemi di umidità.  L’installazione di regola non richiede grande impegno. I singoli apparecchi assicurano il prelievo dell’aria di scarico in modo indipendente l'uno dall'altro nei locali più critici in termini di umidità, come il bagno e la cucina. In abbinamento con un secondo apparecchio, sono in grado di assicurare un buon ricambio d'aria in tutto l’ambiente abitativo. La funzione degli apparecchi è gestita da propri sensori interni in base al tasso di umidità presente nell’aria ambiente.